Accademia di democrazia: la politica e l’uso dei media

L’algoritmo sostituirà il politico? La trasparenza è un bene o il male assoluto? Chi governerà il mondo? 22 e 23 febbraio 2019 Hotel Aequa Vico Equense (Na)

0
390

Due giorni intensi per conoscere, ascoltare ma soprattutto interagire con politici, esperti, giornalisti e Derrick de Kerckhove. L’Accademia di democrazia è un’iniziativa di Media Duemila e Demoskopika che coinvolge noti mentor, spin doctor, giornalisti e sindaci. Lo scopo è riunire allievi e allieve che vogliono emergere potenziando l’uso dei media, le abilità nella raccolta fondi e nell’organizzazione di campagne elettorali, competenze nella gestione della comunicazione e tutto quanto serve a gestire processi decisionali complessi e cioè l’oggi.

accademia di democrazia

Questo weekend, dedicato alla formazione e al networking, vuole essere il primo passo per la creazione di un centro di formazione continua per la classe dirigente odierna e prossima ventura, ma soprattutto l’agorà che crea la scintilla alla base del fuoco culturale indispensabile alla crescita territoriale.

All’iniziativa hanno aderito amministratori pubblici, fra questi il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, il sindaco di Castellammare di Stabia Gaetano Cimmino, il sindaco di Sorrento Giuseppe Cuomo, il sindaco di Vico Equense Andrea Buonocore, il vicesindaco di Lecce Alessandro delli Noci, comunicatori politici come Raffaele Rio, Eugenio Iorio, Milly Tucci, Lello Savonardo. Grandi giornalisti quale è Claudio Brachino e Derrick de Kerckhove: “Dal Fuoco culturale di questa comunità che si riunisce a Vico Equense il 22 e il 23 febbraio – spiega – nascerà il manifesto per la felicità urbana, senza la quale nessun territorio può dirsi paese”.

Raffaele Rio, presidente Demoskopika, con alle spalle numerose campagne elettorali ha un’opinione precisa: “La conoscenza economica e sociale del territorio, i principali indicatori demo-sociali (occupazione, disoccupazione, consumi delle famiglie, disagio economico, welfare) sono i pilastri delle nuove leadership per favorire la corretta e giusta partecipazione politica. Invito, dunque, all’iscrizione, perché insieme faremo la differenza e soprattutto un paese differente”.

Per Maria Pia Rossignaud, direttrice di Media Duemila e vicepresidente dell’Osservatorio TuttiMedia: “Tutti coloro che scelgono di stare con noi, a prescindere dal ruolo, sono le persone che fanno la differenza, personalità politecniche e visionarie. L’algoritmo sostituirà il politico? La trasparenza è un bene o il male assoluto? Chi governerà il mondo? Secondo me è meglio programmarlo insieme il mondo”.

Milly Tucci coordinatrice del corso e anima dell’iniziativa, con più di 70 campagne elettorali seguite, supervisor della scuola di creatività di Lecce, dell’area governance di Iassp e di numerosi master universitari invita a non essere vittime degli slogan:

“Combattere per la meritocrazia è possibile attraverso l’autoarruolamento. Come si legge ne La bellezza delle persone Buone: la classe dirigente esistente tenderebbe sempre ad arruolare una classe dirigente peggiore o simile a se stessa non al cambiamento. Allora se pensate di avere dei doni da mettere al servizio del paese e volete cambiare il Paese autoarruolatevi per essere nel prossimo futuro i nuovi leader”.

Seguici sui nostri canali social per restare sempre aggiornato!

FacebookTwitterInstagram