Tra le bellezze della Sardegna, ecco il “Patto di Amicizia Terre di Anglona”: come promuovere lo sviluppo economico e infrastrutturale del Mezzogiorno

L'obiettivo principale del programma è di promuovere lo sviluppo economico e infrastrutturale del Mezzogiorno, esplorare le opportunità offerte dal Pnrr (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza), affrontare la sfida della transizione energetica e contribuire al rilancio dell'occupazione nella regione

0
249

Le bellezze della Sardegna settentrionale, le terre di Anglona e la promozione e la valorizzazione di queste risorse: nasce così il “Patto di Amicizia Terre di Anglona” in corso in questi giorni, dal 24 al 28 settembre. Lenus Media di Cava de’ Tirreni, ospite nella figura del Ceo Annalisa Milione, sta promuovendo questa meravigliosa regione. L’obiettivo principale del programma è di promuovere lo sviluppo economico e infrastrutturale del Mezzogiorno, esplorare le opportunità offerte dal Pnrr (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza), affrontare la sfida della transizione energetica e contribuire al rilancio dell’occupazione nella regione.

Tra le bellezze della Sardegna, ecco il “Patto di Amicizia Terre di Anglona”

Coordinatrice del Patto la console dei Paesi Bassi in Sardegna Cristina Ricci, presente alla manifestazione, nonché il sindaco Salvatore Cosma e l’assessore Federico Lasalandra del Comune di Tursi. Il Comune di Tursi e l’Unione dei Comuni dell’Anglona-Bassa Valle del Coghinas, presieduta a Giovanni Ligios, nei mesi scorsi hanno ratificato una lettera d’intenti che ha ufficializzato il Patto d’Amicizia tra questi due Enti. Il patto abbraccia una vasta gamma di tematiche, tra cui storia, archeologia, turismo esperienziale religioso, escursionismo, biodiversità, produzioni enogastronomiche e antiche tradizioni popolari.

L’obiettivo principale è creare sinergie e promuovere le migliori pratiche amministrative per sviluppare progetti mirati alla valorizzazione dei territori coinvolti. L’Anglona sarda ha radici profonde nella cultura bizantina pre-medievale. L’Anglona lucana, invece, ha origine dalle rovine di Pandosia, un’antica colonia della Magna Grecia distrutta nel 280 a.C. in seguito alla battaglia tra gli eserciti del console romano Levinio e Re Pirro d’Epiro. Il patrimonio storico e culturale offre un’opportunità unica per esplorare la ricca storia di entrambe le regioni e promuovere una collaborazione fruttuosa tra Tursi e l’Unione dei Comuni dell’Anglona-Bassa Valle del Coghinas.

Come promuovere lo sviluppo economico e infrastrutturale del Mezzogiorno

Il 24 settembre è stata la giornata di apertura dell’evento con una serie di visite ed incontri nei Comuni dell’Anglona e della Bassa Valle del Coghinas, tra cui Sedini, Bulzi, Perfugas, Laerru, Martis, Chiaramonti ed Erula. Ogni tappa ha offerto l’opportunità di esplorare i siti storici e culturali unici di questa affascinante regione.

Punto culminante dell’evento sarà il 27 settembre con la firma ufficiale del Patto di Amicizia e con il convegno su “Terre di Anglona. Storia, Fede e Cultura” a Sassari, presso la sala Angioy del Palazzo della Provincia. Lenus Media supporta questa iniziativa straordinaria e continuerà a sostenere progetti che promuovono lo sviluppo e la valorizzazione delle bellezze nascoste della Sardegna settentrionale. La regione dell’Anglona e della Bassa Valle del Coghinas offrono un’esperienza unica che merita di essere scoperta e apprezzata da tutti coloro che amano viaggiare alla ricerca di autenticità e bellezza.