“Donne e Authority: tutela dei diritti ed innovazione nelle comunicazioni”, seminario dell’Osservatorio TuttiMedia

"Con il nostro Osservatorio TuttiMedia, sempre attento alle nuove generazioni di giornalisti, condividiamo visioni all’avanguardia, ne è la prova anche questo tavolo unico che riunisce le donne delle Authority"

0
255

Si sono riunite ieri per la prima volta le donne dell’Authority grazie all’Osservatorio TuttiMedia e al Cnu (Consiglio Nazionale degli Utenti) presso l’Agcom, con un seminario, dal titolo: “Donne e Authority: tutela dei diritti ed innovazione nelle comunicazioni”

“Donne e Authority: tutela dei diritti ed innovazione nelle comunicazioni”

“Con il nostro Osservatorio TuttiMedia, sempre attento alle nuove generazioni di giornalisti, condividiamo visioni all’avanguardia, Ne è la prova anche questo tavolo unico che riunisce le donne delle Authority – ha affermato Maria Pia Rossignaud (vicepresidente Osservatorio TuttiMedia e direttrice Media Duemila) -, per promuovere progetti concreti collegati alla vivibilità dello spazio virtuale. A questo proposito monitorare i contenuti diffusi in rete, al fine di costruire una mappatura dell’informazione online, potrebbe essere un buon inizio”.

“Puntiamo ad un tavolo permanente di confronto fra le donne componenti delle Authority, gli stakeholder, la società civile ed i politici – ha detto Sandra Cioffi, Presidente del Consiglio Nazionale degli Utenti -. Il Cnu, e in particolare il gruppo Donne e Media coordinato da Emilia Visco (consigliere e coordinatrice Gruppo donne e Media del Cnu), in collaborazione con Maria Pia Rossignaud,  ha voluto organizzare questo incontro perché ritiene quanto mai importante, nell’ambito delle competenze di ciascuno, affrontare tutte le tematiche, dalla tutela dei minori, a quella delle persone con disabilità e degli anziani fortemente colpiti del Digital divide oltre al tema sempre più emergente della violenza digitale, in particolare contro le donne.

Il seminario dell’Osservatorio TuttiMedia

Si tratta di priorità da affrontare nell’agenda politica di ciascuna Authority perché è sufficiente osservare ciò che succede intorno a noi per capire che l’accelerazione digitale e il mondo della rete hanno potenziato non solo le disuguaglianze di genere, ma anche preoccupanti forme di violenza sessista. Il tavolo permanente – concludeva Cioffi – permette una più sinergica collaborazione tra le donne delle Autorità e il Cnu con lo scopo arrivare a soluzioni che meglio rispondano alle attuali sfide poste dal digitale”.

Sandra Cioffi e Maria Pia Rossignaud hanno poi lanciato la proposta di organizzare un secondo appuntamento per continuare la riflessione su una collaborazione che punta all’equilibrio nel racconto, nei regolamenti, ma soprattutto all’educazione per arrivare alla costruzione di un mondo sostenibile e paritario.

Tra le altre donne presenti al dibattito, moderato dalla giornalista Chiara del Gaudio: Maria Teresa Bellucci (Vice Ministra del Lavoro e delle Politiche sociali); Paola Frassinetti (Sottosegretaria di Stato al Ministero dell’Istruzione e del Merito); Laura Aria (Commissaria Agcom); Consuelo del Balzo (Consigliera Anac); Ginevra Cerrina Feroni (Vicepresidente Gpdp); Carla Garlatti (Presidente Agia); Elisa Giomi (Commissaria Agcom); Elisabetta Iossa (Commissaria Agcm). Hanno partecipato gli allievi del Master di Giornalismo Lumsa.