Stanislao Grazioso è il vincitore del Georges Giralt Phd Award 2019 per la robotica

Un lavoro premiato dai esperti di robotica a livello europeo che hanno deciso di consegnare il Georges Giral Phd Award 2019 allo stabiese Stanislao Grazioso

0
347

E’ stabiese il vincitore del prestigioso premio Georges Giralt Phd Award 2019 dedicato alle tesi di dottorato relative alla robotica. L’annuncio è arrivato lo scorso 21 marzo a Bucarest quando una giuria di professionisti ha deciso di consegnare il riconoscimento a Stanislao Grazioso che ha presentato la sua tesi di dottorato coordinata dai professori Giuseppe Di Gironimo e Bruno Siciliano. Il giovane di Castellammare di Stabia, dottore in Ingegneria Industriale, ha così ottenuto un premio fra i più ambiti a livello europeo. E’ il secondo italiano a riuscirci dal lontano 2002.

Georges Giralt Phd Award 2019

Georges Giralt Phd Award 2019: lo sviluppo di SimSoft

Il lavoro di Grazioso si è concentrato particolarmente sullo sviluppo del software SimSOFT che consente di modellare, controllare con estrema precisione e simulare in tempo “quasi reale” le caratteristiche meccaniche di robot “soft”, ovvero bracci robotici continui e deformabili, ispirati a strutture biologiche come la proboscide di un elefante o i tentacoli di un polpo. I campi di applicazione sono sicuramente molteplici. Grazie all’innovazione prodotta da Grazioso, si potrà ispezionare ambienti marini sommersi, compiere attività di manutenzione da remoto di componenti di reattori nucleari. In più anche nell’ambiente medico potrebbero esserci importanti novità in quanto si potranno raggiungere parti anatomiche del corpo umano con minimi livelli di invasività.

Stanislao Grazioso: la sua tesi

Un lavoro che è stato premiato dai principali esperti di robotica a livello europeo che hanno deciso di consegnare il Georges Giralt Phd Award 2019 allo stabiese Grazioso. Il giovane ha avuto la possibilità di testare la sua tesi nei laboratori di ricerca della Federico II in un ambiente fortemente multidisciplinare. Nonostante la sua età ha già alle spalle progetti di ricerca di notevole importanza a livello europeo che gli hanno fornito gli strumenti per vincere il premio lo scorso 21 marzo. Un riconoscimento importante sia per l’Università Fredericiana sia per l’intera città di Castellammare che sale sul tetto d’Europa in compagnia del suo talento.

Seguici sui nostri canali social per restare sempre aggiornato!

FacebookTwitterInstagram