Una gara di poesia per ricordare Lello Radice, al via ‘Stabia in Versi’

A Castellammare un concorso di poesia dedicato all’artista Lello Radice

0
83

L’organizzatrice Teresa Esposito con la collaborazione dell’associazione culturale La Rabbia e L’amore e L’associazione Aimnos presenta a Castellammare di Stabia il bando della I edizione del Concorso “Stabia in Versi” dedicato a Lello Radice.  

radice

Si intende diffondere la Poesia, la Letteratura, la cultura della lettura nella città di Castellammare di Stabia. Da tempo, la cultura non riesce a coltivare l’umano che la costituisce e oggi s’iniziano con fatica ad avvertire i pericoli di questo suo disinteresse. Dunque, la poesia è una soluzione all’emergenza educativa ed antropologica, soprattutto in una città che ha dato i natali a personaggi illustri, poeti, scrittori, attori.  La poesia sarà la cornice che completerà il meraviglioso quadro della bellissima Stabia, le sue bellezze naturali affascineranno tutti i poeti, che da ogni parte d’Italia  vi giungeranno, richiamati dal canto dell’anima.  

Le sezioni sono tre: 
– Poesia in lingua italiana a tema libero: massimo 2 poesie non superiori ciascuna   ai   40 versi. 
– Poesia in vernacolo a tema libero: possono partecipare tutti i dialetti d’Italia, massimo 2 poesie non superiori ciascuna ai 40 versi
– Poesia in vernacolo o in lingua a tema obbligato: Massimo due poesie non superiori ciascuna ai 40 versi. “L’unico rimedio contro individualismo della ragione pura è l’Amore. L’amore è universale, come una via infinita, senza né tempo e né spazio, è un sentire oltre a tutto, un dare senza se e senza ma, perché non pone condizioni e non decide nulla…”.

Le poesie potranno essere inviate fino al 10 settembre all’email del concorso:  concorsostabiainversi@gmail.com  e sabato 16 novembre verranno premiati i vincitori. Le opere verranno valutate da una Giuria altamente qualificata, composta dal Presidente del Consiglio del Comune di Castellammare di Stabia, nonché Presidente Onorario della giuria del concorso Vincenzo Ungaro insieme ad esponenti della cultura, del sociale, delle istituzioni, i cui giudizi saranno insindacabili e inappellabili.

Per la sez. A: LINGUA, TEMA LIBERO e Sez. C LINGUA O VERNACOLO, TEMA OBBLIGATO ci sarà il poeta e giornalista, dott. Carlo Alfaro, la poetessa e scrittrice, prof.ssa Giulia Campece, la poetessa Gioconda Oliano, il poeta e scrittore, prof.re Theo John di Giovanni, la pros.ssa, Maria Rosaria Cotticelli, specializzata in Editoria e Scrittura, la docente di musica Roberta Pieruccini, l’attrice, presidente dell’Acsd Tea&M, direttrice artistica e organizzatrice eventi Giorgia Radice, la redattrice e dott.ssa in Arti visive, musica e spettacolo Annalibera Di Martino ed il poeta e scrittore, Nazario Napoli Bruno. 

Per la Sez. B:  POESIA IN VERNACOLO A TEMA LIBERO ci sarà il poeta e scrittore Nazario Napoli Bruno, Poeta, scrittore e medico Ino Fragna, il poeta e scrittore Vincenzo De Simone, il poeta e scrittore Renato Cammarota, il poeta e scrittore Alberto Arrichiello, la poetessa e scrittrice, prof.ssa Campece Giulia, il poeta, giornalista e medico, Carlo Alfaro, il poeta, scrittore, prof.re Theo John Di Giovanni.

I premiati dovranno essere presenti alla cerimonia di premiazione, o altresì delegare a ritirare il premio e declamare la poesia. La   partecipazione   è estesa a tutti coloro che intendono   concorrere    con poesie edite e inedite. I premi saranno assegnati alle opere che si distinguono per la qualità poetica e/o per la tematica di impegno sociale, morale e/o educativo trattata. Per tutti gli altri dettagli in merito, si invita alla consultazione del regolamento completo.

Seguici sui nostri canali social per restare sempre aggiornato!

FacebookTwitterInstagram