Profilo privato su Instagram? Svelato il trucco per vedere comunque i post

A rivelare il tutto è stato il sito BuzzFeed. Nuovi guai in vista per Mark Zuckerberg

0
220

Ti sei imbattuto per caso in un profilo Instagram privato e sei curioso comunque di vedere i post pubblicati senza inviare la richiesta? A differenza di quanto si pensava fino a qualche giorno fa, è qualcosa di assolutamente possibile. Una falla individuata da BuzzFeed nel noto social network permette agli utenti di accedere ai contenuti privati anche senza seguire la persona in questione.

instagram

Per farlo bisognerà fare il log-in al proprio profilo Instagram dal desktop e recarsi sull’account privato che più interessa. Una volta giunti, con un semplice click del tasto destro del mouse, bisognerà andare sulla voce ‘Ispeziona elementi‘. Dalla finestra che si aprirà, cliccare su ‘Networks‘ e poi sul sottogruppo ‘IMG‘. In questa sezione usciranno tutti i post pubblicati dall’account, compresi di link per poter scaricare il contenuto multimediale.

Così facendo si potrà avere l’accesso a tutti i contenuti presenti, inviarli ad altri amici o salvarli sul proprio pc. Un problema non da poco per Instagram che ha provato comunque a correre ai ripari. Presto sarà rilasciato un nuovo aggiornamento che dovrebbe colmare la falla. Effettuando la tecnica sopra descritta, si potrà solo scaricare l’immagine del profilo senza accedere effettivamente ai contenuti protetti. Ma queste novità non sono ancora ufficiali e probabilmente non riguarderanno immediatamente la totalità dei profili iscritti ad Instagram.

Nuovi guai per Zuckerberg

La privacy di fatto è diventata un problema enorme per Mark Zuckerberg, patron di Facebook e Instagram. Dopo lo scandalo Cambridge Analytica che lo ha visto protagonista, i controlli sui suoi portali sono all’ordine del giorno. Controlli che di fatto mostrano come i dati personali degli utenti, nonostante le restrizioni rilasciate, non sono al sicuro come le persone invece erroneamente credono. E ora il rischio di ulteriori sanzioni è dietro l’angolo, almeno se i suoi programmatori non riusciranno a risolvere celermente il problema.

Seguici sui nostri canali social per restare sempre aggiornato!

FacebookTwitterInstagram