Nuove minacce al giornalista Paolo Borrometi: “Continuerò a lavorare. Ancora di più”

Loro sono quelli della 'morte e della paura', noi siamo quelli dei sogni e della libertà", ha spiegato sui social Paolo Borrometi

0
317

Nuova minaccia di morte a Paolo Borrometi, giornalista di Tv2000, Agi e in prima linea per combattere la mafia attiva nelle provincia di Ragusa. Il cronista, che vive ormai da anni sotto scorta a Roma, ha ricevuto una lettera con scritto “Picca nai” che in siciliano significa “Ti resta poco“. Il messaggio, composto con ritagli di giornale, è stato recapitato alla redazione di Tv2000.

paolo borrometi nuove minacce

“Un morto ogni tanto”

Il tutto a poche settimane di distanza dal lancio del libro “Un morto ogni tanto” che racconta la sua vita, le sue inchieste e che soprattutto fa nomi e cognomi di chi ha martoriato la sua Ragusa e tutto il siciliano. Minacce però che non hanno piegato il giovane giornalista che nei mesi scorsi, grazie al lavoro della Procura di Catania, ha anche evitato un attentato nei suoi confronti preparato dai clan di Cosa nostra.

Paolo Borrometi: “Continuerò a fare il mio dovere”

“Io continuerò a fare il mio dovere, continuerò a scrivere, a lavorare, a raccontare (in primo luogo per Tv2000). Anzi da oggi ancora di più. Non sono state le minacce di questi cinque anni a fermarmi, non è stato l’attentato scoperto e non lo sarà neanche la letterina che mi hanno recapitato oggi. Loro sono quelli della ‘morte e della paura’, noi siamo quelli dei sogni e della libertà”, ha spiegato sui social Paolo Borrometi. Il giornalista, presidente anche di Articolo 21, ha ricevuto la solidarietà di tutto il mondo del giornalismo che si è schierato con lui in questa coraggiosa battaglia. 

Seguici sui nostri canali social per restare sempre aggiornato!

FacebookTwitterInstagram