Roghi di pneumatici

0
379

Le ecomafie non si fermano, cambiano solamente le zone di interesse. Bruciare rifiuti nei Comuni che sono entrati a far parte della «Terra dei Fuochi», dei suoi protocolli e delle sue iniziative per il controllo del territorio, è diventato difficile e pericoloso. Meglio depositare il materiale e poi appiccare i roghi al di là di quella linea rossa. Lì dove c’è un’intera zona collinare, tra boschi e rivi, dove non c’è troppa attenzione, non c’è l’Esercito a presidiare il territorio. È quanto starebbe accadendo a Castellammare dove le forze dell’ordine hanno già aperto un fascicolo d’indagine.

Continua a leggere: http://www.liberoricercatore.it/giornalista-redazione/