A Smau Milano 2018 l’importanza del digital marketing per le imprese

Oltre ai Big Data, il digital marketing sarà protagonista anche dal punto di vista del turismo con la presentazione di alcune startup

0
94

A Smau Milano verrà messa in evidenza l’importanza del digital marketing per le imprese. Sarà presente la piattaforma Qvc, il retailer multimediale dello shopping e intrattenimento, che incontrerà le start up innovative. I vari progetti saranno esaminati da un team di esperti che valuteranno se un prodotto è maturo e valido. Le startup meritevoli entreranno a far parte del piano di accelerazione che sostiene le aziende italiane denominato Qvc next; i loro prodotti saranno acquistati da Qvc e venduti all’interno di questa piattaforma. Le startup avranno inoltre la possibilità di usufruire del sito, dei social network e delle iniziative speciali create appositamente.

smau 2018 digital marketing

Durante la fiera sarà analizzato anche il ruolo dei Big Data all’interno della strategia di digital marketing; difatti i Big Data consentono alle imprese e agli Enti di attivare una campagna di marketing più incisiva, rendendole più efficaci e aumentando il ritorno di investimento. L’artificial intelligence company iGenius presenterà Crystal.ai, il primo advisor virtuale per la business intelligence personalizzabile con qualsiasi tipo di dati (Crm, sales, marketing, IoT e operations, per menzionarne alcuni) per interpretare e rendere disponibili questi ultimi tramite linguaggio naturale, semplificandone al massimo l’accesso per chiunque operi in azienda.

A Smau sarà presente anche la software house lombarda K Brand, che è principalmente orientata al mercato B2B con una predisposizione alla realizzazione di progetti legati alla semplificazione e gestione dei processi aziendali e al trattamento e raccolta dei Big Data. Oltre ai Big Data, il digital marketing sarà protagonista anche dal punto di vista del turismo con la presentazione di alcune startup. Ad esempio ci sarà Tripmeto una start up innovativa che opera nel settore turistico e che grazie all’innovazione tecnologica, favorisce la personalizzazione dei servizi.

La bolognese IT Cares che ha realizzato PharoArt, un’applicazione dedicata al mondo dell’arte contente audioguide 2.0 di musei, gallerie, biblioteche, teatri, parchi archeologici, monumenti. Di Caserta è invece Toonado, un sistema attraverso cui è possibile prenotare attività sportive, dal trekking all’arrampicata, al pilates o lo yoga.

La trentina Ecobnb si occupa invece di promuove il Turismo Sostenibile, incentivando modi di viaggiare maggiormente rispettosi della natura, dei luoghi e delle persone alternativi ai viaggi tradizionali. Infine ci sarà la start up di Napoli Mycircle che si configura come community di acquisti di gruppo per vivere eventi culturali ed esperienze con nuovi amici con la possibilità di alcuni sconti.

Seguici sui nostri canali social per restare sempre aggiornato!

FacebookTwitterInstagram