The Ferragnez, the rotturez di pelotez

Ditemi che vi sentite meglio dopo aver visualizzato le vite social dei The Ferragnez e il mio prossimo intervento sarà titolato “Non avevo capito niente”. Effequadro, inizio già a scriverlo?

0
1459

The Ferragnez, the rotturez di pelotez. Gallina in fuga è la rubrica di Effequadro a cura di Marianna Di Nola che si fa leggere tutta d’un fiato, che fornisce particolari punti di vista sull’attualità e sui media, che prende in giro un po’ tutti. Forse anche lo stesso Effequadro.

the ferragnez

Gallina in fuga

The Ferragnez, the rotturez di pelotez

Se qualche tempo fa ci hanno ammorbato le interiora, le esteriora e le appendici con il royal wedding, quest’anno non potevamo certo stare a pettinarci la peluria. Qualcuno doveva scatenare la furia che dorme in noi a suon di “e ‘sti cavoletti di Bruxelles” o “aspetti che ti mostri il cavolfiore che me ne frega”.

E niente, il re del rap italiano (perdonami, Vacca) e la imprenditrice digitale (scusa, Jeff Bezos) sono convolati a nozze, nel caso non ve ne foste accorti. La loro vita schiaffata sui social, i loro eventi alla portata di un click, ci fanno tanto rimpiangere i giorni in cui se volevi un po’ di trash ti bastava acquistare Novella 2000.

Dalla proposta di mariage discreta all’Arena di Verona all’ecografia del figlio, dalle foto post parto con cordone ombelicale ancora integro ai trentasette party pre-evento. Il trash è quello spocchioso, fatto di prenotazione di un aereo intero, Alitalia, con logo The Ferragnez apposto pure sulla carta igienica (non a caso Di Maio s’è sentito oscurato e ha chiesto spiegazioni alla compagnia aerea), la tranquilla Noto impegnata per giorni per ‘sti preparativi. La cittadina è diventata più opulenta del suo tradizionale barocco.

Dovremmo provare della sana invidia per le possibilità economiche dei due sposucci Fedez e Chiara Ferragni, e vabbuò, ma non dimenticare al contempo che di privacy e riservatezza non ha senso pretenderne se siamo i primi a darci in pasto al web che tutto ricorda e nulla perdona. I social ci sono un po’ sfuggiti di mano, non ammetterlo sarebbe da ipocriti.

Ed è ipocrita non riconoscere che misurarsi con questi fenomeni, con questi soggetti che espongono a chiunque tutta la mercanzia di cui sono dotati, guardare le loro stories, le loro vite, ci dà qualcosa (e capirò poi cosa) ma ci impoverisce di tanto, oltre a gigabyte e batteria.

Ditemi che vi sentite meglio, più ricchi dentro, dopo aver visualizzato tutti le vite social dei The Ferragnez e il mio prossimo intervento su Effequadroblog sarà titolato “Non avevo capito niente”.

Effequadro, inizio già a scriverlo?

Seguici sui nostri canali social per restare sempre aggiornato!

FacebookTwitterInstagram