Una bufala ci seppellirà: la campagna choc dei medici

Una bufala ci seppellirà. Troppi cittadini seguono i consigli di pseudo dottori della Rete acquistando anche farmaci “miracolosi” o seguendo cure “naturali"

0
973

Una bufala ci seppellirà, già. Chiedere consigli su Internet per curare autonomamente un raffreddore, una febbre e nel peggiore dei casi anche un cancro. Un fenomeno in netto aumento. Sono ormai migliaia i cittadini che si fidano delle Rete per curare sé stessi e i loro cari.

una bufala ci seppellirà

Per questo motivo, la Fnomceo, Federazione nazionale che riunisce gli ordini dei medici, sta per lanciare una nuova campagna di sensibilizzazione dal titolo Una bufala ci seppellirà (i dettagli saranno illustrati il 13 maggio prossimo a Roma). L’obiettivo dell’Ordine è quello di contrastare la diffusione delle bufale online nell’ambito della medicina.

Il titolo, provocatorio, vuole catturare l’attenzione del paziente che fin troppo spesso si affida ad Internet per risolvere i propri problemi di salute. Sono diversi i casi di cittadini preoccupati e malinformati che seguono i consigli di pseudo dottori della Rete acquistando anche farmaci “miracolosi” o seguendo cure “naturali”.

L’Ordine dei medici, prima di qualsiasi azione da intraprendere, consiglia sempre di consultare il proprio medico di base. Una bufala ci seppellirà sarà una campagna diffusa a livello nazionale le cui locandine saranno affisse negli studi medici e nelle sedi provinciali dell’Ordine.

Seguici sui nostri canali social per restare sempre aggiornato!

FacebookTwitterInstagram