Buongiorno 23 aprile – Buongiorno così così – Migranti – Monginevro – Nicaragua – Isis

Buongiorno 23 aprile. Buongiorno così così: le notizie per cominciare la giornata secondo Effequadro. Migranti in salvo, l'appello dell'Isis ed altro, in pillole

1
1466

Buongiorno 23 aprile 2018: buongiorno così così da Effequadro! Le principali notizie, in pillole, per cominciare la giornata. All’interno dei testi troverai i link per approfondire. Lascia un like ed un commento, condividi le notizie di oggi, lunedì 23 aprile, e segui QUI la nostra pagina per restare sempre aggiornato.

buongiorno 23 aprile

Buongiorno 23 aprile – Buongiorno così così

Migranti – Monginevro – Nicaragua – Isis

Migranti

Nelle scorse ore ben 6 operazioni sono state effettuate nel Mediterraneo centrale per portare in salvo oltre 500 migranti. Le attività sono state coordinate dalla guardia costiera. I migranti si trovavano su gommoni e barchini. Ai salvataggi, oltre alle unità della capitaneria di porto, hanno partecipato anche una nave mercantile e le imbarcazioni delle ong tra cui la tedesca Sea Watch. Quest’ultima ha tratto in salvo persone che si lanciavano in acqua senza salvagente gridando: “No Libia“.

Monginevro

Al confine tra Italia e Francia, a Cleviere, si sono registrati degli scontri tra manifestanti che volevano “liberare il confine” e la gendarmerie francese. La statale del Monginevro è stata bloccata come protesta contro le “reti anti-profughi” piazzate dal gruppo di estrema destra Generation Identitaire. Il movimento No Tav ha fatto sapere: “Un gruppo di neonazisti francesi e italiani presidia il Colle della Scala. Tutto questo è inaccettabile ed è urgente dare una prima risposta, senza attendere. Le nostre valli ci appartengono e non possiamo lasciare a dei fascisti la libertà di circolare a pochi giorni dal 25 aprile”.

Nicaragua

Da diversi giorni in Nicaragua la riforma del sistema pensionistico che il Governo di Daniel Ortega vorrebbe varare ha provocato violenti scontri nelle piazze. Sarebbero morte oltre 25 persone, tra cui il cronista, Angel Gahona, mentre era in diretta su Facebook. Il presidente si è detto pronto a negoziare.

Isis

A Raqqa, nel nord della Siria, un tempo considerata la capitale dell’Isis, alcuni funzionari hanno scoperto una fossa comune. Scavata in un campo di calcio, conterrebbe circa 200 corpi appartenenti a civili e terroristi. Poco dopo la scoperta il portavoce dell’Isis, Abul-Hasan Al-Muhajir, in un discorso pubblicato online ha chiesto nuovi attacchi contro Usa, Russia e Iran.

Buongiorno 23 aprile! Seguici sui nostri canali social per restare sempre aggiornato!

FacebookTwitterInstagram