Buongiorno 3 aprile – Buongiorno così così – Netanyahu – Boko – Egitto – Dazi

Buongiorno 3 aprile. Buongiorno così così: notizie per cominciare la giornata secondo Effequadro. L'annuncio di Netanyahu, l'attacco di Boko Haram ed altro, in pillole

1
1358

Buongiorno 3 aprile 2018: buongiorno così così da Effequadro! Ecco le principali notizie, in pillole, scelte da noi per cominciare la giornata. All’interno dei testi troverai i link per gli approfondimenti. Non dimenticare di lasciarci un commento, di condividere le notizie di oggi, martedì 3 aprile, e di seguire QUI la nostra pagina per restare sempre aggiornato.

buongiorno 3 aprile

Buongiorno 3 aprile – Buongiorno così così

Netanyahu – Boko – Egitto – Dazi

Netanyahu

E’ polemica per l’annuncio del premier israeliano Benjamin Netanyahu di “ricollocare” in Paesi occidentali “come Italia e Germania” migliaia di migranti africani. L’operazione sarebbe prevista nell’ambito di un’intesa con l’Alto commissariato dell’Onu. Nel corso della notte, però, Israle ha già sospeso l’intesa sulle espulsini dopo le reazioni critiche mosse dagli abitanti dei rioni poveri di Tel Aviv dove i migranti sono concentrati. I Paesi citati dal premier, comunque, hanno smentito di aver dato alcun assenso all’intesa. Carlotta Sami, portavoce dell’Unhcr per i rifugiati nei paesi del sud Europa ha chiarito: “Solamente previo accordo con il Governo italiano potrebbero arrivare in Italia alcuni rifugiati provenienti da Israele solo a titolo di ricongiungimento familiare con parenti che già vivono qui, si tratta in sostanza di pochissimi e specifici casi”.




Boko

Nel nord-est della Nigeria, a Maiduguri, è avvenuto un nuovo attacco della setta islamica Boko Haram. Il bilancio provvisorio è di 18 morti e 50 feriti. Si sarebbe trattato di un attacco kamikaze tra la gente cui è seguito l’intervento di altri terroristi con armi da fuoco.

Egitto

Abdel Fattah Al Sisi, presidente uscente dell’Egitto, è stato riconfermato alle elezioni con il 97% dei voti. Al Sisi ha ottenuto 21.835.387 di preferenze, contro le 656.534 del leader del partito di opposizione Moussa Moustafa. Il presidente della Repubblica italiana Sergio Mattarella ha detto, in merito al caso di Giulio Regeni: “Sono certo che il raggiungimento della verità, attraverso una sempre più efficace cooperazione tra gli organi investigativi, contribuirà a rilanciare e rafforzare il rapporto storico di assoluto rilievo tra i nostri paesi”.

Dazi

E’ una vera e propria guerra commerciale quella cominciata tra Usa e Cina. Dopo i dazi annunciati dal presidente Donald Trump su su acciaio e alluminio, Pechino ha annunciato altrettante misure su 128 beni importati dagli Stati Uniti. Il ministero del Commercio cinese ha sollecitato Washington “a revocare le misure protettive” in quanto si tratterebbe di “un abuso delle clausole di sicurezza” del Wto, l’Organizzazione mondiale del commercio.

Buona giornata! Seguici sui nostri canali social per restare sempre aggiornato!

FacebookTwitterInstagram