Buongiorno 7 marzo 2018 – Buongiorno così così – Spia – Asteroide – Fibra – Stormy

Buongiorno 7 marzo 2018. Buongiorno così così: le notizie più importanti di oggi secondo Effequadro. Il caso della spia russa, il passaggio dell'asteroide ed altro, in pillole

1
1459

Buongiorno 7 marzo 2018

Buongiorno 7 marzo 2018 – Buongiorno così così

Spia – Asteroide – Fibra – Stormy
Spia

Serghei Skripal di 66 anni, ex ufficiale dei servizi segreti militari russi, e sua figlia Yulia di 33 anni sono stati trovati accasciati privi di sensi su una panchina di un centro commerciale a Salisbury nel sud dell’Inghilterra. I 2 si trovano ricoverati in condizioni critiche dopo essere stati avvelenati da una sostanza ignota. Anni fa Serghei Skripal fu smascherato essere un doppio agente al soldo dell’MI6, i servizi segreti inglesi. La tensione è altissima tra Inghilterra e Russia. Il Ministro degli Esteri Boris Johnson ha parlato di un incidente inquietante che potrebbe incidere sulla partecipazione di Londra ai Mondiali di Calcio in Russia e di risposte appropriate e solide qualora il coinvolgimento di Mosca sull’avvelenamento fosse confermato. Dalla Russia hanno fatto sapere di non saperne nulla.




Asteroide

Si è avvicinato alla Terra, ma non ha rappresentato alcun pericolo per il nostro pianeta, l’asteroide 2017 VR12. L’asteroide ha un diametro di almeno 200 metri e fa parte della famiglia degli asteroidi potenzialmente pericolosi. L’astrofisico Gianluca Masi, responsabile del Virtual Telescope ha spiegato che VR12 si è trovato a una distanza minima di 1,4 milioni di chilometri, pari a quattro volte quella che separa la Terra dalla Luna.

Fibra

Nell’ambito di un’indagine antimafia la guardia di finanza ha sequestrato beni per oltre 120 milioni di euro all’imprenditore di Agrigento Calogero Romano. L’uomo è titolare di numerose aziende che operano nel campo delle telecomunicazioni e della fibra ottica.

Stormy

Il presidente Usa Donald Trump non avrebbe mai firmato l’accordo, e quindi approvato il pagamento di 130mila dollari, per far tacere la pornostar. Così Stormy Daniels ha fatto causa presso un Tribunale di Los Angeles al presidente degli Stati Uniti: secondo l’attrice l’accordo sarebbe nullo.