Buongiorno così così – 21 gennaio 2018

0
434

Un attentato terroristico, di quelli purtroppo che fanno meno notizia, è avvenuto nella notte a #Kabul, in Afghanistan. Un gruppo di uomini armati ha assaltato l’Hotel Intercontinental, penetrando dalle cucine e sparando all’impazzata sui clienti: il bilancio è di 15 vittime tra morti e feriti. L’attacco non è ancora stato rivendicato, ma secondo alcuni sarebbe opera dei talebani. Lo stesso albergo era già stato preso di mira nel 2011: in quel caso i morti furono 20.

E’ ancora aria di guerra in #Siria dove la Turchia ha iniziato un’offensiva aerea nella regione di Afriin, considerata una roccaforte delle milizie curde. Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan aveva già annunciato l’operazione definita “antiterrorismo”, schierando poi l’esercito al confine siriano.

Negli Usa, intanto, migliaia e migliaia di persone sono scese in strada contro il razzismo e il sessismo del presidente Donald Trump. La Women’s march si è tenuta in molte città tra cui Washington, New York, Los Angeles, Philadelphia, Chicago: si stima abbiano partecipato 2,5 milioni di cittadini in totale e potrebbe essere la più grande #marcia, della durata di un giorno, della storia degli Stati Uniti. Trump si è difeso così: “Giornata perfetta per tutte le donne in marcia. Andate e celebrate il più basso livello di disoccupazione femminile in 18 anni”.

In Italia a tenere banco è ancora la questione #babygang. A Milano un autista di un bus ha ferito con un coltellino multiuso un 17enne dopo uno scambio di insulti con un gruppo di giovani. In un primo momento l’uomo aveva raccontato di essere stato aggredito fisicamente, ma la sua versione è stata smentita dai carabinieri.

A Napoli un 19enne è stato pestato ieri pomeriggio da un 15enne e da un 16enne successivamente bloccati dalla polizia. Sull’avambraccio sinistro entrambi hanno un tatuaggio con la scritta “#hermano” che loro stessi hanno ammesso essere un simbolo di appartenenza ad una gang. –