E se la preghiera passasse per la chat? – Gallina in fuga

Preghiera-chat. Siamo talmente storditi dagli smartphone e dalle chat che potremmo recitare un rosario anche tramite app

0
994

E se la preghiera passasse per la chat? Gallina in fuga è la rubrica di Effequadro a cura di Marianna Di Nola che si fa leggere tutta d’un fiato, che fornisce particolari punti di vista sull’attualità e sui media, che prende in giro un po’ tutti. Forse anche lo stesso Effequadro.

pregare chat

Gallina in fuga

E se la preghiera passasse per la chat?

Preghiera-chat. Il sacro e il profano si tengono la mano, come i leader delle due Coree.
Gli sviluppatori delle app le pensano tutte: ti ricordano di fare l’esercizio fisico, ti ricordano cosa manca in frigo ed anche che è ora di lavare i capelli.

Papa Francesco lo ha detto e scritto chiaro: la Chiesa è ormai pronta per la rivoluzione digitale, Facebook e Twitter sono utili, purché non diventino “danno per la vocazione”. E qui arrivano le app.

Prima di arrivare al matrimonio via Skype, siamo andati a caccia di Pokémon in chiesa, l’invito partiva da un sacerdote del Missouri. Fedeli raddoppiati e centinaia di Pokémon Gym indicate dalle app.

Oltre ai Codici Cedam, alla Smorfia napoletana, sono disponibili le Bibbie-on-app. Basta zavorre ingombranti, pagine e caratteri minuscoli. Il fedele 2.0 potrà anche condividere sui vari social i versetti preferiti. Il sito citazioni d’autore è avvisato.

Con Papa Francesco c’è stata anche la messa in streaming. Chissà se sono sorti problemi con lo scambio della pace e nella fase dell’eucarestia. Qual è stato il “corpo di Cristo”?

Interessanti anche l’esorcismo praticato via Skype e, l’organizzazione di battesimi. Ma anche qui bisogna capire come arriva dall’etere al fedele 2.0 l’acqua santa.

Il sito Iktoos (che si legge ictus) è solo uno dei tanti siti di dating on line per cristiani, la versione pia di Badoo o Meetic, per capirci. Questi luoghi di incontro permettono di trovare un fidanzato che condivida la stessa passione per la religione cristiana. Si chatta, si flirta, ci si vede e si disquisisce del Deuteronomio, delle decine di lettere di Paolo e su chi ricada la colpa, Adamo o Eva?

L’account Twitter di Papa Francesco conta quasi 5 milioni di seguaci, lui segue solo 8 profili, i suoi nelle altre lingue. Non avrai altro Papa all’infuori di me, capito Ratzi?

Seguici sui nostri canali social per restare sempre aggiornato!

FacebookTwitterInstagram