Corre l’hashtag – 31 gennaio 2018 – #interpol – #ombrelline

Corre l'hashtag: gli hashtag di maggior tendenza oggi 31 gennaio 2018 sui social network scelti da Effequadro. L'allarme dell'Interpol e l'esclusione delle ombrelline

0
624

Corre l'hashtag - 31 gennaio 2018

Tra gli hashtag di maggior tendenza oggi 31 gennaio 2018 sui social network ci sono #interpol e #ombrelline.

Il primo hashtag riguarda la notizia pubblicata in esclusiva dal The Guardian in merito ad una lista diffusa dall’Interpol di 50 sospetti terroristi tunisini dell’Isis arrivati sulle spiagge italiane a bordo di piccole imbarcazioni. In molti hanno collegato il fatto agli sbarchi dei migranti, alimentando le polemiche sui social. Secondo quanto scrive il giornale l’elenco sarebbe stato inviato a fine novembre al ministero dell’Interno. I presunti miliziani dello Stato islamico sarebbero giunti in Italia tra luglio ed ottobre 2017. La polizia di stato ed il Viminale hanno però affermato che l’informazione circa i 50 combattenti giunti sulle nostre coste non ha trovato riscontro nella realtà.




Da Twitter, Nicolas Rota: “50 combattenti Isis arrivati in Italia sui barconi. In Italia si agisce solo quando è troppo tardi. Speriamo non anche questa volta”.

Il secondo hashtag scaturisce dalla comunicazione di Sean Bratches, direttore operativo delle operazioni commerciali di Liberty Media che gestisce diverse manifestazioni di motorsport, tra cui la Formula1. Dalla prossima stagione, insomma, non ci saranno più le cosiddette ombrelline, le ragazze presenti in griglia di partenza ai Gran Premi. “Se le ragazze in griglia sono state impiegate per decenni come punto basilare dei Gran Premi, – ha detto Bratches – crediamo che questa abitudine non sia più in risonanza con i nostri valori, in chiaro contrasto con le norme della società d’oggi. Non crediamo sia una pratica appropriata o rilevante per la F1 e i suoi tifosi”.

Da Twitter, Luca Fois: “In Formula 1 non ci saranno più le ombrelline. Non può piovere per sempre”.